domenica 16 dicembre 2012

Hill of the ancestors


















We got lost last night
Just to reach this shore
That it is for me
The right to sing

While this rainy day
Turns into a prayer
I lit up a flame
On Silbury lane

What I have been in my soul lives
What I will be I can see
Into the hill of the ancestors
In front of me

I melt my fears in the green grass
Caress the wind with my skin
I am a man in constant lack
Of energy

I’ve got frozen hands
I am a lost lamb
May be here one day
I will find my way

Doesn’t seem today
The right day to say
Something I will find
More than zero line

What I have been in my soul lives
What I will be I can see
Into the hill of the ancestors
In front of me

I melt my fears in the green grass
Caress the wind with my skin
I am a man in constant lack
Of energy

Silbury Hill, 7th December 2012

11 commenti:

Daniel ha detto...

La collina degli antenati

Ci siamo persi la scorsa notte
Solo per raggiungere questo luogo
Che è quello giusto per me
Da cantare

Mentre questo giorno piovoso
Si trasforma in una preghiera
Io accendo una fiamma
Lungo la via di Silbury

Ciò che sono stato vive nella mia anima
Quello che sarò lo posso leggere
Dentro la collina degli antenati
Davanti a me

Sciolgo le mie paure nell’erba verde
Accarezzo il vento con la mia pelle
Sono un uomo in costante mancanza
Di energia

Ho le mani gelate
Sono un agnello perduto
Forse un giorno
Troverò la mia via

Non sembra che oggi
Sia il giorno giusto per dire
Che troverò qualcosa
Al di sopra dello zero

Ciò che sono stato vive nella mia anima
Quello che sarò lo posso leggere
Dentro la collina degli antenati
Davanti a me

Sciolgo le mie paure nell’erba verde
Accarezzo il vento con la mia pelle
Sono un uomo in costante mancanza
Di energia

Il blog di Elyse ha detto...

Caro Daniele,
spero che presto riuscirai a trovare la tua via, qualcunque essa sia.

p.s. Il blog è pronto, ma mi serve un aiutino sopratutto per il copyright....

un abbraccio

Daniel ha detto...

Per Elyse
Caraaaa sono contento tu abbia aperto il blog! Attendo il primo post!! Per il copyright basta creative commons! kisss
D

riri ha detto...

Descrivi la continua ricerca del sè e mi fai venire in mente delle scritte molto significative sui muri:"abbiamo noi le chiavi delle nostre catene", ma è vero pur essendo difficile usare quelle chiavi. E' una constatazione in generale, ma le tue poesie così intense mi richiamano alla mente ricordi sopiti..è dolcemente malinconico leggerti caro amico, ti auguro un sentiero che ti porti il calore dell'amicizia.

Daniel ha detto...

Per Riri
Cara amica, siamo qui per conoscere e per conoscerci, dentro e fuori. Credo possiamo fare tanto per migliorare la nostra vita ma non è facile capire come e agire di conseguenza.
Ti abbraccio
D

w ha detto...

Caro D.,
freddino lassù, eh? Dov'è, nel wilthsire? Ogni tanto torno nel blog, sopratutto per Natale. Auguri di buone feste
w

Daniel ha detto...

Per W
Ehi Mr W!! Sì è nel Wiltshire. Ti devo dire che c'era molto meno freddo là che qui ;-) . Avebury è nel Wiltshire sì sì. Come stai? Buone feste, un abbraccio.
D

riri ha detto...

Buon Natale caro Daniel, con simpatia.Un abbraccio, rimani lì o ritorni a casa?

Daniel ha detto...

Per Riri
Buon Natale cara e buon nuovo inverno. Sono già a casa ;-)
un abbraccio

Fly ha detto...

Caro, meditando ho pensato che il contrario dell'Amore non è l'odio, che è una forma molto perversa di amore, il contrario dell'Amore è la paura.. chi ha paura non ha fede... sciogliere la paura nell'erba verde è trovare fede e Amore..
Molto delicata canta la condizione dell'uomo sul sentiero tortuoso del suo cammino di fede..
Un abbraccio
Fly

Daniel ha detto...

Per Fly
Mi piace molto questo tuo pensiero.. la paura è il buio... l'assenza metaforica di luce.. quindi è davvero il contrario dell'amore di Dio... ti abbraccio
D