giovedì 10 luglio 2008

Polvere d'acciaio



Sono soltanto
Un parto del caso
Figlio di personalità troppo ingombranti

Eppure in questo
Prato di stelle
Sento la mia mediocrità crollare esausta

Quello che ho, lo perderò, poi lo riavrò, di nuovo
Regole no, io non ne ho, quello che so, io sono

Lune dipinte di rosso
Riflesse in fondo al pozzo

Siamo polvere d’acciaio
Sotto i colpi di un mortaio

Su catapulte dorate
In queste sere d’estate

Siamo missili lanciati
Verso futuri stuprati

Sono un pensiero
D’insonnia creativa
Ombra di una curiosità che non riposa

Sono un sorriso
Sempre accennato
Ma che non esploderà mai dentro un sogno

Quello che ho, lo perderò, poi lo riavrò, di nuovo
Regole no, io non ne ho, quello che so, io sono

Lune dipinte di rosso
Riflesse in fondo al pozzo

Siamo polvere d’acciaio
Sotto i colpi di un mortaio

Su catapulte dorate
In queste sere d’estate

Siamo missili lanciati
Verso futuri stuprati

PS. Da almeno tre anni non scrivevo una canzone in italiano, è stata una sorpresa di qualche notte fa, una notte di stelle e pensieri. Vi abbraccio. Daniel.

9 commenti:

desaparecida ha detto...

hai fatto bene a riprendere allora!

Sono un sorriso
Sempre accennato
Ma che non esploderà mai dentro un sogno


Attento con certe affermazioni potresti rimanerci fregato....
potresti ritrovarti dentro un sogno ....senza saperlo ed essere la realtà!

ti abbraccio forte

nienteebasta ha detto...

Purtroppo, i missili, in molti casi, partono già stuprati dalla base...

Bellissima canzone..

Laura ha detto...

Estasiata dal "prato di stelle"
ti abbraccio

Lauretta

Fly ha detto...

Tra le altre strofe...
Mi piace...

Sono un pensiero
D’insonnia creativa
Ombra di una curiosità che non riposa

Mi sembra un bel ritrattino di Te... piuttosto azzeccato o sbaglio?

riflettevo anche sul prato di stelle... saranno anche stelle...
Ma su un prato sono stelle terra.. terra... invece una mediocrità che crolla da il senso comunque di un tentativo di elevarsi oltre la razionalità della terra...

I futuri stuprati... mi danno l'dea di non accettare disegni predefiniti... come... quello che so, io sono...

Ora che ti conosco meglio... leggerti, da ancora più gusto...
Un abbraccio...

Fly

Anonimo ha detto...

Siamo nel futuro..adulti del nostro passato....ci incontriamo per attimi..per poi perderci..di nuovo..
l' incontro con noi stessi..dura la partenza di un missile..e cosi che attendiamo nuove partenze..fino a non comprenderne più l' utilità..
nonfarci caso...il vuoto cosmico in me..ha il sopravvento.
tvbt e spero che ritrovi per più tempo te stesso...
un bacio dolccisimo
PS sarà il caldo..divagazioni di una vecchia signora hahha maddy

w ha detto...

tutti siamo parti del caso. o no?
e il caso è solo qualcosa di compicato, che segue regole che non prevediamo. sun on u

altraepoca ha detto...

che bello leggerti, la profondità di ciò che scrivi si può cogliere in mille sfumature..quelle che tu hai dentro...a presto
Altraepoca

desaparecida ha detto...

un abbraccio :)

Anonimo ha detto...

Possiamo prenderci un po' di merito per questo? Massì dai, in fondo sei tornato a pensare, a creare emozioni in italiano anche per noi che ti leggiamo con tanto affetto...mi piace pensarlo, si mi piace. Un BACIO! Ecco! :-) Gas