mercoledì 15 ottobre 2008

Get away


Sotto questa luna piena. La prima d’autunno. Sopra questa strada nera. Vestita di foglie. Io sono soltanto ciò che sento. Sono un fascio di sensazioni. Ossimori. Dolore e gioia. Morte e nascita. Perché la vita non si ferma mai. È come un elettrone impazzito che non trova più il suo nucleo. E precipita verso direzioni non definite. La vita non aspetta di essere ringraziata né di essere odiata. Passa sopra a qualsiasi dolore e a qualsiasi gioia. Nemmeno la morte la ferma. Nemmeno il rumore assordante di questi pensieri. La vita corre sempre più avanti di noi. E noi non la potremo raggiungere mai. Qui e ora le mie maschere si frantumano. Come cristallo sull’asfalto. Non più illusione ma solo spietata realtà. “This is not Hollywood like I understood”. E le immagini si intervallano nella mia mente senza sosta. Stanotte. Come prima di ogni partenza. Come se stessi sognando di vivere la vita di un altro. “I’ve got a picture in my head.. It’s me and you we are in bed.. I’ve got a picture in my room.. I will return there I presume”. Non serve piangere. Non basta ridere. Questa è l’ironia della vita. Siamo forti in nome della debolezza. Immensi quando ci sentiamo più piccoli del bambino che eravamo. “The greatest irony of all, should do all”. Tu mi hai detto che la vita va avanti e io ho fatto tesoro delle tue parole. Le ho scritte col sangue sul mio cuore bruciato. Ora ho capito che avevi ragione. E non mi resta che fuggire. Solo. “Get away, get away, is there anybody there?”.

Le parti in inglese sono tratte da “Hollywood” by The Cranberries

Ps. Domani mattina, fra qualche ora, parto per Zagabria (per lavoro, ahimè). Torno nel weekend. Un forte abbraccio a tutti. Grazie. Daniel.

7 commenti:

illogicamente ha detto...

bella zagabria, nel 91 era intattabile, oggi dovrebbe essere nuova, credo.
ciao ciao daniè.
:)))

riri ha detto...

buon viaggio,un abbraccio e grazie.

nienteebasta ha detto...

Gran bello scritto. Buon viaggio.

Fly ha detto...

“Immensi quando ci sentiamo più piccoli del bambino che eravamo.” Mi commuove… vorrei tornare più piccola della bambina che ero… allora la vita era sopra la prima luna piena d’autunno, la strada nera, la nascita e la morte… forse semplicemente perché non potevo chiedermi cosa fosse… esistevo e basta… senza fuggire… tanto mi avrebbe seguito ovunque… la vita…
e la morte…

Ti aspetto... al tuo ritorno...

Fly

don luciano ha detto...

Ci sono margini
che infrangere potrai
se credi nell'amore…
Vieni a vedere sul mio blog il video che ho scelto per te…
Buona giornata e un dolce sorriso
don luciano

Noalys ha detto...

Ciao ragazzo cupo...Mercoledì la luna piena era fantastica, qui è stata rossa per un bel po'...
A me la luna piena non ha mai portato buone cose, nonostante il mio segno zodiacale sia governato dalla luna...
Ti mando un bacione, e spero che tornerai contento da zagabria e con qualcosa da raccontare.
Kiss.

w ha detto...

giusto, ma da noi non scappare. resta qua. sempre sempre ok, caro d
sun on u