lunedì 24 settembre 2007

Solitary grace



September I’ve not spoken
To you with my voice broken
By this need to cry
I’m ashamed and shy

The season is my lover
I use it just to cover
My so tired heart
Cold as artic land

Some voices are saying I can’t die
Inside this solitary grace

September new order
Please bring in my dreams
In mazes of cold air
I’m losing my gifts

I’m a stupid gamble
Lighting up some candles
But I cannot find the right to me

Some angels are beating
My soul with their wings
They say I’m not stronger
Than my old believes

As clouds I can follow
The wind of the autumn
I can only hope it’s right to me

I drink a cup of my thoughts
Together with this autumn
And it seems to sing
Its loud voice I hear

No reason is eternal
All things by time are tortured
So what else pretend?
Let empty my hands

Some voices are saying I can’t die
Inside this solitary grace

September new order
Please bring in my dreams
In mazes of cold air
I’m losing my gifts

I’m a stupid gamble
Lighting up some candles
But I cannot find the right to me

Some angels are beating
My soul with their wings
They say I’m not stronger
Than my old believes

As clouds I can follow
The wind of the autumn
I can only hope it’s right to me

12 commenti:

Daniel ha detto...

GRAZIA SOLITARIA

Settembre non ti ho parlato
Con la voce distrutta
Da questo bisogno di piangere
Sono confuso e pavido

La stagione è la mia amante
La utilizzo per coprire
Il mio cuore così stanco
Freddo come l’Artico

Alcune voci dicono che non posso morire
Dentro questa grazia solitaria

Settembre porta per favore un nuovo ordine
Nei miei sogni
Sto perdendo i miei doni
In labirinti di aria gelida

Sono una stupida scommessa
Che accende qualche candela
Ma non riesce a trovare quella giusta per me

Alcuni angeli stanno colpendo la mia anima
Con le loro ali
Essi dicono che non sono più forte
Delle mie vecchie credenza

Come le nuvole io posso seguire
Il vento d’autunno
Posso solo sperare che sia giusto per me

Io bevo una tazza dei miei pensieri
Assieme a questo autunno
Che sembra cantare
Sento la sua voce profonda
Nessuna ragione è eterna
Tutte le cose sono tormentate dal tempo
Quindi, cosa pretendere ancora?
Lascia le mie mani vuote

Alcune voci dicono che non posso morire
Dentro questa grazia solitaria

Settembre porta per favore un nuovo ordine
Nei miei sogni
Sto perdendo i miei doni
In labirinti di aria gelida

Sono una stupida scommessa
Che accende qualche candela
Ma non può trovare quella giusta per me

Alcuni angeli stanno colpendo la mia anima
Con le loro ali
Essi dicono che non sono più forte
Delle mie vecchie credenza

Come le nuvole io posso seguire
Il vento d’autunno
Posso solo sperare che sia giusto per me

Daniel

ire ha detto...

Anche a me settembre lascia il tuo stesso stato d'animo, nonostante sia ancora caldo e soleggiato

Anonimo ha detto...

Grazia solitaria...strana coincidenza, se Grazia diventa un nome proprio :-)Sono di corsa, ma volevo lasciarti un buon lunedi ed un sorriso. A presto. Gas

ire ha detto...

Forse siamo tutti un po' malati, come diceva una canzone. Credo che sia stato proprio quella sorta di isolamento sociale e di solitudine voluta che ci ha portato ad amare la musica, la scrittura, l'arte. La nostra vena malinconica non distrugge, crea. E quando lo fa nascono cose meravigliose come le tue canzoni.

Anonimo ha detto...

:-)Vedi di non lavorare troppo, che il tempo corre veloce, ma sempre in avanti...buon mercoledi. Gas

mai.esistita ha detto...

siamo di nuovo all'inglese... mi ci vorrà un po' di tempo per capirla... per ora ti lascio il mio saluto e ti ringrazio di essere passato da me anche se non ero molto presente.. ma ora va un pochino meglio ;)

Laura ha detto...

Testo bellissimo.
Non voglio leggere la traduzione, credo che la tenue musicalità dell'inglese non abbia pari...

E' stato un piacere...

Anonimo ha detto...

Sono in una fase strana, che sottende una certa stanchezza. E' una cosa ciclica, credo che tutto sommato sia anche abbastanza normale e poi la vita quotidiana reclama più attenzione del solito. Vedo che anche tu ci sei poco...Passo di meno, ma passo...Un abbraccio. Gas

Gas ha detto...

Se la vecchiaia incombe su di te, giovane virgulto ventottenne, io sto già alla fase dell'imbalsamazione.:-)))Serve massaggio filippino? :-) Buon fine settimana. Abbraccio. Gas

Gas ha detto...

Azz, ti ho dato un anno di più, essì che li hai appena compiuti...te l'ho detto, sono da imbalsamazione:-)))Sul fatto che poi "dentro" tu te ne senta di più ci può stare, è una questione di maturazione. E, comunque i tuoi 270 te li porti alla grande, perchè è chiaro che, la mia interpretazione della tua frase è stata intesa in senso assolutamente positivo, visto che abbiamo la fortuna di vederne qui i risultati. Buon ottobre anche a te. Per me è un mese strano, pieno di ricorrenze liete e anche dolorosissime. Ciao. Gas :-)

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e

Anonimo ha detto...

Perche non:)