domenica 16 dicembre 2007

Cristina Donà, 15 dicembre, Bologna




“Tu mi dicevi che la verità e la bellezza non fanno rumore”… con la splendida “Settembre” è iniziato il concerto della Donà all’Estragon di Bologna, ieri sera. Un concerto che mi ha coinvolto e stupito anche molto al di sopra delle mie aspettative. Non conosco Cristina Donà da molto. Direi sia da qualche mese. Ma dal primo ascolto di “Nido” me ne sono innamorato. E non è per niente facile che io mi avvicini alla musica italiana. È qualcosa di raro. Sono abbastanza anglofilo nei miei gusti… in campo musicale e non solo. Ma la voce particolare e soprattutto i testi raffinati ma dal significato potente e diretto mi hanno subito preso. Ecco… tornando al concerto di ieri sera. La Donà live ha la straordinaria capacità di saper dosare momenti intimistici e delicati… a momenti di rock anche abbastanza duro.. in modo direi perfetto. Questo lo sa fare grazie anzitutto alla sua voce che sa essere potente e poi struggente e poi sottile e poi sensuale e poi ironica e poi… Insomma una voce che mi ha davvero sorpreso per la sua duttilità e la sua capacità di adattamento. Una voce che viene dall’indole stessa della cantautrice.. la quale passa da momenti tragici e malinconici.. a momenti ironici che rasentano la comicità… Sì perché se con alcuni pezzi mi ha quasi commosso (e un po’ me lo aspettavo..), ma mai avrei immaginato di ridere di gusto.. invece Cristina sa scherzare a intrattiene il pubblico anche con battute e simpatici giochi che coinvolgono sempre la sua straordinaria capacità vocale, anche nel parlato. Una gag su tutte: dopo la fine della prima parte del concerto ad un tratto la Donà torna sul palco tra gli applausi e vede due ragazze che si allontanano… rivolgendosi a loro dice: “ma non vorrete mica andare via adesso!?”. Loro rispondono che debbono andare a lavorare ma che vorrebbero tanto sentire prima il loro pezzo preferito… E lei si ferma e dice: “Ok ve ne faccio un pezzetto in fretta!”. Poi si mette ad accordare la chitarra.. e mentre lo fa si rivolge a quelle ragazze e dice “Se arrivate in ritardo dite al vostro capo che è colpa di Cristina Donà che doveva accordarsi!!”. Risate generali. Insomma, davvero una grande. E oltretutto molto umile e semplice, piena di ringraziamenti e attenzioni per il suo pubblico (cosa non scontata, ve lo assicuro). Dopo una sessione con la band (bravi musicisti) più rock, ha fatto qualche pezzo da sola con la chitarra acustica… e poi di nuovo con la band per la chiusura. Tanti i pezzi che amo e che ha fatto.. da “Nido” (tutto in falsetto) che adoro.. a “L’ultima giornata di sole”.. a “Mangialuomo” … Da “Niente di particolare (a parte il fatto che mi manchi)”, a “Migrazioni” , a”I duellanti” a “L’eclisse” , a “Universo”.. dall’ultimo album, La Quinta Stagione. Insomma, davvero un bel concerto e una stupenda Cristina Donà davvero in forma. È bello pensare che nella musica italiana, così in decadenza da molti anni ormai, ci siano ancora realtà come questa, una cantautrice che ha davvero qualcosa da dire e da mostrare. Un solo appunto: ringrazio il tecnico delle luci per avermi abbagliato più o meno costantemente durante tutto il concerto e per avermi conseguentemente fatto perdere tre gradi per occhio. Grazie.

7 commenti:

Noalys ha detto...

Insomma un concerto... abbagliante! ;)
Donna in carriera? Uhm... Sì... Ma, cazzo, è l'unica cosa che mi da soddisfazione nella vita. E questo è alquanto triste... Però c'è gente che non ha né quella né tutto il resto... Quindi mi tocca far silenzio... Anche se poi non ci riesco e soffro abbastanza fragorosamente, ecco.
Ti senti stupido? Fantastico... La mia è una consapevolezza più che uno stato d'animo... Ma, come scrivevo altrove, anche le cose stupide hanno dignità...

Noalys ha detto...

La mia soddisfazione professionale è inattesa, dato che è una strada diversa da quella che avrei voluto provare... Inattesa e nemmeno richiesta... Forse è per quello che arriva... L'umiltà... Non so se mi appartiene totalmente... Forse sì e forse no...

Noalys ha detto...

PS: ma che tu che avresti voluto fare? Io la copywriter. E il mio orizzonte era l'Armando Testa.

Noalys ha detto...

Io un po' superba lo sono.. Ma con me stessa sono semplicemente consapevole e onesta... Le soddisfazioni più belle vengono, almeno per quanto riguarda me e la mia esperienza, dall'ottenere ciò che si vuole, dopo aver lottato per esso.

Noalys ha detto...

Nice sunday afternoon to you too... Un bacio.

Flying_Hanna ha detto...

Ciao Daniel... ti ho letto su Noalys e vedo che consigli una città toscana perché "sono davvero belle"... io vivo a Siena da 10 anni, non sono nata qui ma mi sono affezionata morbosamente... a gennaio la lascerò, ma la fortuna ha voluto che (pare) partirò per Pisa...
Piacere di conoscerti, ti leggo con calma...

La tua Cloe ha detto...

Meno tredici minuti a mezzanotte. Inizio a sbadigliare e questo è un buon segno...
Come vanno gli occhi? Quasi quasi cerco il tecnico delle luci e lo gonfio. Tanto per gradire. Così ci pensa due volte, la prossima volta, prima di infastidire il mio preferito poeta dalle tante maschere!!!
Ti bacio e vado a ninna..