lunedì 3 dicembre 2007

Salvation of some kind



I’m a father without son I know
I have read it clearly in my soul
It’s the dream of the broken mirrors
This embrace of days called life by all

Salvation is behind the door
But there are almost thousand doors

It is etched on my peel a look
To be like the other people used
As I had a mantle just to put
Over my weakness and its roots

Salvation, is it something true?
Or it is an enchanted flute?

For all the moments I have seen
Burning up the sky
In front of my trembling eyes
Me flying so high
And then falling in sins and cries

For all the smiles lost in grief
I sell all is mine
‘cause I’ve no value in this life
I await a sign
A salvation of some kind… of some kind

Yes another cod sunset I love
‘cause I need to be a lover so
Without knowing where the sun has gone
I search crumbs of salvation

‘cause this is all we have to learn
Before the time can cut the hope

For all the moments I have seen
Burning up the sky
In front of my trembling eyes
Me flying so high
And then falling in sins and cries

For all the smiles lost in grief
I sell all is mine
‘cause I’ve no value in this life
I await a sign
A salvation of some kind… of some kind

15 commenti:

Daniel ha detto...

Qualche tipo di salvezza

Sono un padre senza un figlio, lo so
L’ho letto chiaramente nella mia anima
È il sogno degli specchi infranti
Questo abbraccio di giorni che tutti chiamano vita

La salvezza è dietro la porta
Ma ci sono quasi un migliaio di porte

È incisa sulla mia buccia un’apparenza
Utilizzata per essere come le altre persone
Come se avessi un mantello da mettere
Sopra alla mia debolezza e alle sue radici

La salvezza è qualcosa di vero?
O è soltanto un flauto incantato?

Per tutti i momenti in cui ho veduto
Bruciare il cielo
Di fronte ai miei occhi tremolanti
Me stesso volare in alto
E poi precipitare nei peccati e nei pianti

Per tutti i sorrisi persi nel dolore
Io vendo ciò che è mio
Perché non ho valore in questa vita
Io attendo un segno
Una salvezza di qualche tipo.. di qualche tipo

Sì, amo un altro freddo crepuscolo
Perché ho così bisogno di essere un amante
Senza sapere dove sia andato il sole
Cerco briciole di salvezza

Perché questo è tutto quello che dobbiamo imparare
Prima che il tempo tagli ogni speranza

Per tutti i momenti in cui ho veduto
Bruciare il cielo
Di fronte ai miei occhi tremolanti
Me stesso volare in alto
E poi precipitare nei peccati e nei pianti

Per tutti i sorrisi persi nel dolore
Io vendo ciò che è mio
Perché non ho valore in questa vita
Io attendo un segno
Una salvezza di qualche tipo.. di qualche tipo

Ire ha detto...

Dan, la salvezza può venire solo da te. Fatti forza. Ire

Anonimo ha detto...

Puoi essere qualsiasi cosa Dan, qualsiasi cosa. Per me non sei apparenza, ma il Ragazzo che ogni volta, con le sue parole, mi sa toccare il cuore...Gas

Fly ha detto...

Tutte le risposte e la salvezza è dentro in ciascuno di noi...
C' è chi si lascia vivere dalla vita... e chi cerca la vita...
Come TE!
Devi scegliere ogni giorno la vita... e solo quando ti abbandonerai con fiducia alla tua scelta... la scelta avrà scelto Te.. e sentirai che non sarà diversamente...
Non so se ha senso quello che ho scritto ma è stato dettato dall'anima dal sentire del momento...
Ti abbraccio...
Fly

Anonimo ha detto...

Sto abbastanza bene. Ho preso una decisione e sto cercando di tenervi fede, anche se non è facile. Spero tanto mi aiuti ad uscire da una determinata situazione di grande difficoltà emotiva. Lo saprò, tra qualche settimana...Ho la testa lontano di contro, ma passare da te è dolce. Hai ragione, a volte essere solo un corpo potrebbe aiutare, ma mi fa paura l'idea, magari anche sbagliata, di vuoto interiore assoluto, che associo a questa immagine. Ma, come detto, forse è solo un preconcetto. Buona giornata Amico mio. Un abbraccio. Gas

Anonimo ha detto...

Il passato, il presente... Non so più dove sono sulla linea temporale... Ma due cose mi hanno fermata mentre leggevo: "I sell all is mine" e "Yes, another cold sunset I love 'cause I need to be a lover so" ... Ho un post mai pubblicato e che mai pubblicherò... Ma te lo incollo qui, perché... Perchè vedrai...
Noalys.

Noalys ha detto...

Ecco...

"Fuggire Da... E inseguire navi.

Vincere Perdere. Insieme. Vittoria vana inghiottita dal sapore della Sconfitta. Troppo forte. Troppo per credere. Troppo per vivere. Troppe cose hanno sentito le orecchie per... E poi mentire: non essere d'accordo e non aver voglia di discutere. Tieni tutto per te. Cinicamente. Miseramente. Mendicante con vestito da Mercante.

Stringi la sabbia nei pugni, unico resto di quelle parole che hai già sentito e ora non sono più per te.

Inghiottire le uniche parole che vorresti dire: ho bisogno di te.

Stupida. Te la sei voluta."

Noalys

la tua cloe ha detto...

Per tutte le volte che hai pianto in silenzio..
Per tutte le volte che hai sorriso con amarezza..
Per tutte le volte che la tristezza si è tramutata in gioia..
Per tutte le volte che ti sei sentito libero..
Per tutti i tramonti che dipingono il cielo..
Per tutti i mari che attendono nuovi naviganti..
Per tutte le volte che ci lasciamo andare e ci fondiamo nell'altra/o, attingendo forza e sensualità e passione e amore e magnetismo..
Per tutta la tenerezza che sentiamo nascere dentro di noi...
Anche solo per questo, Dani, ha davvero senso vivere!

Ti stringo!!

Noalys ha detto...

... Al pensiero di costruire un castello di sabbia mi sento male.

il parra ha detto...

Io ho sempre pensato che prima ancora di "costruire" se stessi, occorre costruire il proprio tempo interiore.... ciao!!!
http://ilparra.myblog.it

Mai.esistita ha detto...

Ciao Daniel, ero già passata e già avevo letto queste parole, così amare e piene di dolore, forse più rassegnazione che altro...
quel "perchè non ho valore in questa vita" è così pesante per chi lo legge, che immagino quanto possa essere pesante per chi lo scrive...
Non ho molte belle parole da dirti caro Daniel, perchè come tu mi hai scritto le parole fanno male ed io penso che sanno anche far bene, ma in questi momenti, sotto questi sentimenti, il bene uno deve riuscirlo a trovarlo in se stesso, altrimenti le parole saranno semplicemente vuoto a perdere...
ti abbraccio Sabi

Noalys ha detto...

Oh sì, come hai ragione, solo l'idea di costruire mi da i brividi... Tu almeno sei raso al suolo... Io invece sono in rovina, come uno di quei castelli medievali in cima alle colline scozzesi con tutto il vuoto attorno, che non si decide proprio a crollare.

Anonimo ha detto...

Oh, sxalvation will come. Sun on you

Anonimo ha detto...

ero w, scusa

Laura ha detto...

Salvation, is it something true?
Me lo chiedo anch'io, da una vita.
Me lo chiedo ancora.
Se per caso trovi una risposta, batti un colpo, interessa anche me......

Un forte abbraccio,
Lauretta