martedì 25 dicembre 2007

Orion’s belt



Orion you are, upon my window
And I read the winter in your belt
Oh I am far from my weeping pillow
I can’t sleep while autumn’s going to end
It’s as I need something more
Than staying here almost lost… while the winter comes

Whispers talk to me, missing to ask
If I agree listening to them
They go on to speak of a new land
Wide opened behind this old hell
And my eyelids on the pane
Show I am ready for this new way… winter’s going to face

Stars tonight are my own treasure
They can give me the strange pleasure
To think eternity exists

I am nothing but a shadow
Waiting for being a new Abel
‘cause we are what we didn’t think

I confess to you, in front of the sky
Suburban as I like it to call
All that I have learned it is just a light
Love can turn off it or can turn on
And we are here to know what
Our remiss minds have lost… winter never ends

Stars tonight are my own treasure
They can give me the strange pleasure
To think eternity exists

I am nothing but a shadow
Waiting for being a new Abel
‘cause we are what we didn’t think

Orion you are, upon my window
And I read the winter in your belt

6 commenti:

Daniel ha detto...

La cintura di Orione

Orione tu sei sopra la mia finestra
E io posso leggere l’inverno nella tua cintura
Sono così lontano dal mio cuscino piangente
Non posso dormire mentre l’autunno sta finendo
È come se avessi bisogno di qualcosa di più
Che stare qui quasi perso .. mentre l’inverno arriva

I sussurri mi parlano senza chiedere
Se sono d’accordo ad ascoltarli
Essi continuano a parlare di una nuova terra
Spalancata dietro questo vecchio inferno
E le mie palpebre riflesse sul vetro della finestra
Mostrano che sono pronto per questa nuova via … che l’inverno sta per far vedere

Le stelle stanotte sono il mio personale tesoro
Esse donano lo strano piacere
Di pensare che l’eternità esiste

Io non sono nulla se non un’ombra
Che attende di essere un nuovo Abele
Perché noi siamo ciò che non pensiamo (di essere)

Io mi confesso a te, davanti a questo cielo
Suburbano, come amo chiamarlo
Tutto quello che ho imparato è soltanto una luce
Che l’Amore può spegnere o accendere
E noi siamo qui per sapere
Ciò che la nostra mente svogliata ha perduto… l’inverno non finisce mai

Le stelle stanotte sono il mio personale tesoro
Esse donano lo strano piacere
Di pensare che l’eternità esiste

Io non sono nulla se non un’ombra
Che attende di essere un nuovo Abele
Perché noi siamo ciò che non pensiamo (di essere)

Orione tu sei sopra la mia finestra
E io posso leggere l’inverno nella tua cintura

Laura ha detto...

Adoro questa costellazione!
Auguri di buone feste,
un saluto

Anonimo ha detto...

grazie degli auguri. ricambio. sun on you w

Laura ha detto...

Auguri, Dan. Ricambio con affetto i tuoi...

Un abbraccio,
Laura

Anonimo ha detto...

Ho immaginato le stelle, racchiuse nel forziere-cielo, scintillanti come gioielli, ma molto più preziose...anche se solo per una notte, sono davvero un gran bel tesoro.
Come va Dan, superati indenne questi giorni? Un abbraccio. Gas

Sabi ha detto...

Ciao Daniel... le stelle hanno illuminato queste tue notti? e ti hanno mostrato che c'è sempre una nuova da poter percorrere?
Lo spero...
Ti auguro un Buon Anno, e ti auguro con tutto il cuore che questo nuovo anno porti un bagliore di luce ad illuminare le parti buie che tanto ti fanno male...
Ti abbraccio stretto stretto, ciao Sabi