giovedì 12 marzo 2009

Sommergere l'odio


Se il sole fosse soltanto
una pietra rovente
te lo scaglierei addosso
senza alcun rimorso

Le tue parole son vigliacche
nei secondi fuggono
significati anoressici
ambulanti nel buio

Di noi rimane soltanto
un campo bruciato
l’alito di notti insonni
e di sogni traditi

…Vorrei sommergere l’odio
in pozzi di luce bianca
asciugare dal mio sangue
le strade percorse

3 commenti:

riri ha detto...

Non ho parole....
anni fa mi sembrò di capire o carpire l'animo di una persona e scrissi questi pensieri, forse è più chiara la sintonia di certi momenti strazianti che bruciano l'anima e i ricordi...


Per te

Per te raccoglierò
il profumo
delle ginestre in fiore
e scalerò montagne
e valli e mari
e tu
potrai
cercare l'essenza
delle cose
e forse ritrovare
l'amore per la vita.

Ti abbraccio,
grazie per quello che scrivi e per l'ospitalità...

ANNA ha detto...

Ciao Daniel capito qui attraverso il blo della signora di sopra ihihihh Riri! Bello mi piace questo fondersi di pensieri e immagini, molto suggestivo!

Fly ha detto...

Trasformare emozioni negative in positive… è un percorso lungo e difficile… ma è questa l’intenzione che leggo in quel sommergere l’odio…
L’unico modo per vedere pozzi di luce bianca è invertire il punto di vista…
Sei sulla buona strada… non sanguini più… c’è solo da asciugare il sangue versato…
Ti abbraccio caro… anche tu ci sei… sempre… Grazie!
Fly