mercoledì 6 febbraio 2008

Post Nuclear Autumn


Contradictions never fail to show
New addictions of some insane thoughts
And I always have the time
To kill my ancient pride

As ambitions make the gold out dust
Recognition of the odds oh must
Create my own philosophy
To say a man oh I have been

In this post nuclear autumn
All I have been seems awful
So I contradict myself
I’m just a book on the shelf

‘cause I’ve always been author
Of my life, of emotions
My minds contradicts my heart
Showing it is just enough

In the tribe of the wanderings
I’m a bunch of broken dreams
My breast I have to climb
Pure oxygen to inspire

In this post nuclear autumn
All I have been seems awful
So I contradict myself
I’m just a book on the shelf

‘cause I’ve always been author
Of my life, of emotions
My minds contradicts my heart
Showing it is just enough

8 commenti:

Daniel ha detto...

Autunno post nucleare

Le contraddizioni non falliscono mai nel mostrare
Nuove assunzioni di pensieri malati
E io ho sempre il tempo
Di uccidere il mio antico orgoglio

Come le ambizioni tramutano l’oro in polvere
Così il riconoscere le possibilità deve
Creare la mia personale filosofia
Per dire che sono stato un uomo

In questo autunno post nucleare
Tutto ciò che sono stato sembra orribile
Così io contraddico me stesso
Sono soltanto un libro sullo scaffale

Perché sono sempre stato l’autore
Della mia vita e delle mie emozioni
La mia mente contraddice il mio cuore
Mostrando di essere sufficiente (da sola)

Nella tribù degli erranti
Io sono uno sciame di sogni distrutti
Devo scalare il mio petto
Per inspirare ossigeno puro

In questo autunno post nucleare
Tutto ciò che sono stato sembra orribile
Così io contraddico me stesso
Sono soltanto un libro sullo scaffale

Perché io sono sempre stato l’autore
Della mia vita e delle mie emozioni
La mia mente contraddice il mio cuore
Mostrando di essere sufficiente (da sola)

Giovanni ha detto...

Ciao Daniel...sempre troppo buono..scusami se ho solo il tempo di lasciarti un saluto veloce ma lavoro ogni giorno fino a tardi con straordinari pazzeschi...e non trovo mai il tempo :)

jana cardinale ha detto...

Ciao Dany, anche oggi bellissime, lapidarie parole...E oggi a queste tue parole mi ci aggrappo per dirti che mi manca Cloe, mi manca tanto...Glielo dici tu di tornare s scrivere per noi? Ciao, voce di ogni cuore dolce.

Elisa ha detto...

Hai parlato ad altri di rinascita
Adesso tocca a te
Stamattina dicevo ad una mia alunna che deve accettare se stessa e chiedere alla parte di sè che la sta divorando cosa vuole
Il rientro non è andato bene
domattina parto per Roma,viaggio della salute,ho due appuntamenti per delle visite
Tu hai l'arte per cui vivere e morire,il mondo prima o poi sarà la scena che accoglierà sogni diversi da quelli che hai abbandonato
Si cresce e si cambia,ma non è così brutto,dopo...
Non è che facciamo tutto da soli
un abbraccio
Elisa

hanna ha detto...

Un po' all'insù e un po' all'ingiù... non sia mai detto che si impantana in qualcosa di statico... cosa che qualcuno chiama noia, qualcun altro equilibrio.
Ma che in ogni caso è lontana da me...che vivo -croce e delizia- sulle montagne russe...
Baci.

Daniel ha detto...

Cara Jana... credo che la nostra amata Cloe.. sia tornata... un nuovo progetto per la sua mente atomica...
Un abbraccio Miss Jana, e grazie
Daniel

Fly ha detto...

In questo post, caro Daniel…
Leggo potenzialità tradite non dal cuore o da te stesso, bensì dalla realtà dei fatti che la mente razionalmente giudica… Come la potenza nucleare che può scatenare energia sbalorditiva lascia con un pugno di scorie radioattive e malati di leucemia… nel migliore dei casi , senza nulla togliere alla prodigiosità del fenomeno…
Che fare? si può sempre riprovare da un’altra angolazione… continuando la metafora… si può iniziare a studiare la fusione nucleare… anche se per ora è solo per le stelle! le potenzialità ci sono… Daniel… un sorriso e guardiamo da un’altra angolazione, il nostro proposito… 2008
Fly

Laura ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.